Normalmente occorrono 15 minuti per ottenere il servizio richiesto o comunque per ricevere un'ulteriore comunicazione via email da parte di Prontocatasto.

Per richiedere una visura catastale seleziona una tra le cinque modalità di ricerca in base ai dati che conosci:

  • ricerca per persona fisica proprietaria
    se il fabbricato o il terreno è di proprietà di un privato occorre inserire obbligatoriamente tipo di immobile, provincia e comune dove è sito l'immobile, nome, cognome e codice fiscale o in alternativa data di nascita del proprietario.
  • ricerca per persona giuridica intestataria
    se il fabbricato o il terreno è intestato ad una società occorre inserire obbligatoriamente tipo di immobile, provincia e comune dove è sito l'immobile, denominazione e partita iva della società intestataria
  • ricerca per dati catastali dell'immobile
    se conosci i dati catastali del fabbricato o del terreno occorre inserire obbligatoriamente tipo di immobile, provincia e comune dove è sito l'immobile, sezione, foglio, particella (o mappale) e subalterno
  • ricerca per indirizzo del fabbricato
    se conosci l'indirizzo del fabbricato occorre inserire obbligatoriamente provincia e comune dove è sito l'immobile e l'indirizzo
  • ricerca per numero partita dell'immobile
    se conosci il numero partita occorre inserire obbligatoriamente tipo di immobile, numero di partita, provincia e comune dove è sito l'immobile e facoltativamente la sezione
Si fa presente che, per ogni richiesta eseguita, viene fornito al più un singolo documento catastale, in particolare:
  • se la ricerca effettuata su tutte le provincie italiane evidenziasse la presenza di beni immobili in più provincie o comuni, verrà inviato un elenco contenente il dettaglio di tali provincie e comuni attraverso il quale potrai comunicarci la provincia o il comune di tuo interesse;
  • se la ricerca effettuata per dati catastali senza il subalterno evidenziasse la presenza di più immobili, verrà inviato un elenco contenente il dettaglio dei subalterni trovati attraverso il quale potrai comunicarci l'immobile di tuo interesse;
  • se la ricerca effettuata per indirizzo evidenziasse la presenza di più immobili, verrà inviato un elenco contenente il dettaglio degli indirizzi trovati attraverso il quale potrai comunicarci l'immobile di tuo interesse.
Le ricerche storiche per persona fisica o giuridica su tutto il territorio nazionale vengono effettuate solo tramite il codice fiscale al fine di evitare eventuali omonimie presenti nei registri del Catasto.

Il servizio è attivo dal lunedì al sabato dalle ore 08:00 alle ore 21:00, festività escluse.
E' comunque possibile effettuare la richiesta del servizio in qualsiasi orario; le richieste pervenute al di fuori degli orari di apertura verranno lavorate a partire dalle ore 08:00 del primo giorno lavorativo disponibile.

Il documento relativo al servizio richiesto, la fattura di acquisto ed ogni altra eventuale comunicazione saranno inviate all'indirizzo email che indicherai in fase di compilazione dei dati di fatturazione.

Si fa presente che possono verificarsi ritardi causati da disservizi della banca dati telematica dell'Agenzia del Territorio o ritardi dovuti a disservizi dei gestori delle piattaforme informatiche coinvolte. Pertanto tale tempistica è da ritenersi puramente indicativa e non impegna a nessun titolo Prontocatasto.

Il prezzo per ottenere il servizio è di € a cui vanno aggiunti l'IVA calcolata al 22% e i tributi pari a € che sono IVA esenti.
Il prezzo totale è dunque di € .

Il servizio include già fino a 10 beni immobili.

Il costo del servizio verrà addebitato anche nel caso in cui la ricerca con i dati forniti dia esito negativo.
Il Cliente avrà però la possibilità di effettuare un'ulteriore ricerca fornendo altri dati per il medesimo servizio entro 48 ore dalla ricezione dell'esito negativo.

Se la ricerca restituisse un numero di beni immobili superiore a 10 verrà richiesta una integrazione per ogni gruppo di 10 immobili o frazione di 10; in tal caso verrà inviata una email comunicandoti il costo aggiuntivo e la modalità per procedere all'acquisto.

Il costo di tale integrazione è di € 1,50 a cui vanno aggiunti l'IVA calcolata al 22% e i tributi pari a € che sono IVA esenti.

La visura catastale è un documento fornito dalla banca dati telematica dell'Agenzia del Territorio che fornisce informazioni censuarie degli immobili, siano essi fabbricati o terreni, presenti sul territorio nazionale. La ricerca si può effettuare su uno o più comuni, su un'intera provincia o su tutto il territorio nazionale, ad esclusione delle provincie di Bolzano e Trento.

I dati presenti in una visura catastale sono suddivisi nelle seguenti sezioni:

  • dati identificati dell'immobile: comune, sezione urbana, foglio, particella e subalterno
  • dati di classamento dell'immobile: categoria catastale, classe, numero di vani e/o superficie in mq, zona censuaria con eventuale microzona, consistenza, rendita o reddito dominicale per i terreni
  • altri dati: indirizzo, anagrafica del proprietario, nudo proprietario, eventuale usufruttuario dell’immobile e annotazioni varie
Le principali informazioni ottenute sono dunque relative ai dati identificativi e reddituali di beni immobili nonché i dati anagrafici dei proprietari.

Le ricerche per persona fisica e persona giuridica possono essere effettuate sia in modalità semplice, ottenendo la situazione catastale attuale, e sia in modalità storica ottenendo tutte le variazioni nel tempo storicamente registrate per quell'immobile sino ad oggi.

Sebbene l'Agenzia del Territorio tenti di mantenere aggiornata la propria banca dati telematica all'ultimo giorno feriale, bisogna considerare che è possibile che vi siano alcune informazioni non corrette o mancanti.
Pertanto le visure catastali hanno rilevanza fiscale ma non hanno valenza legale.

13/05/2024 - L'aggiornamento automatico delle informazioni nel Catasto dopo il decesso di persone fisiche titolari di diritti di usufrutto, uso e abitazione avverrà senza che i soggetti interessati debbano pagare tributi o oneri aggiuntivi.

09/04/2024 - L'Agenzia delle Entrate ha esteso la possibilità di effettuare pagamenti relativi a tutti gli atti di aggiornamento catastale tramite conto corrente unico nazionale - modalità che era disponibili per i soli atti tecnici di aggiornamento catastale. Questa novità, che amplia le opzioni disponibili precedentemente limitate agli atti tecnici dal 2015, mira a facilitare ulteriormente la gestione telematica di tali documentazioni per i professionisti iscritti agli Ordini e i Collegi professionali.

02/03/2024 - Con il progetto Catasto 3D, le Pubbliche Amministrazioni abbracciano l'innovazione. Il progetto è molto ambizioso: una mappatura tridimensionale del territorio che renda i servizi pubblici e i sistemi di controllo più efficienti, e che permetta una più efficace prevenzione rispetto alle catastrofi naturali. Questa rivoluzione nel sistema catastale segna un passo avanti verso servizi più precisi ed efficienti per le amministrazioni pubbliche, anticipando un futuro di dati e mappe sempre più accurati.

18/02/2024 - Nella risoluzione 16 nov 2023 n.4, il Dipartimento delle Finanze del MEF ha chiarito che i fabbricati della categoria catastale F2, ossia quei fabbricati collabenti che non ingenerano rendita catastale poichè hanno un elevato livello di degrado, sono esentati dal pagamento dell'IMU in quanto non produttivi di reddito.

03/02/2024 - Con la circolare n.28 del 16 ottobre del 2023, l'Agenzia delle Entrate ha fornito un importante chiarimento sulla rendita catastale delle centrali eoliche. La precedente prassi – che voleva che la struttura di supporto dell'impianto fosse annoverata nella determinazione del valore catastale - è stata superata: da questo momento la "torre eolica" viene considerata un componente impiantistica della centrale e, di conseguenza, non rientra nella determinazione della rendita catastale.

29/11/2023 - Le compravendite immobiliari in Italia registrano una diminuzione del 13%, attribuita alle politiche creditizie più prudenti e alla frenata della domanda. Tuttavia, i prezzi degli immobili non subiscono una discesa. L'interesse per gli affitti aumenta, con il 7,3% della domanda che si sposta da acquisti a locazioni. Nel secondo semestre 2023, i prezzi delle abitazioni in ottimo stato mostrano una variazione media negativa dello 0,1%, mentre gli affitti registrano un'ascesa del 2,1%, con incrementi significativi nelle principali città come Milano, Firenze e Torino.

31/10/2023 - La visura catastale non è sufficiente per verificare un immobile prima di richiedere un bonus fiscale o iniziare i lavori. La soluzione è richiedere la nota ipotecaria presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari o tramite il presente sito. La documentazione è necessaria per verificare la titolarità dell’Immobile e non vedersi rifiutato l’incentivo o il via ai lavori.

03/10/2023 - La tanto attesa riforma del catasto dovrebbe entrare in vigore il 1° gennaio 2024. Verrà rivoluzionato il sistema di classazione degli edifici con l'obiettivo di semplificare il sistema di tassazione e rendere, al contempo, più complicata la pratica illecita dell'evasione fiscale. Oltre alle possibili conseguenze per i cittadini, sul finire del 2023 si dibatte anche su possibili condoni per abusi edilizi da inserire nel decreto.

26/08/2023 - Un'analisi effettuata da un famoso player italiano di intermediazione immobiliare rivela che sulle dieci principali città sette hanno sperimentato una diminuzione nel valore degli immobili mentre solo tre hanno registrato un aumento. L'andamento dei prezzi delle case dal 2012 al 2022 mostra un incremento del valore solo in tre città: Milano in testa con un incremento del 28,1% in dieci anni, seguono Bologna e Firenze.

05/08/2023 - Da luglio 2023 anche gli agenti immobiliari possono richiedere la visura catastale online. L'accesso degli agenti immobiliari (regolarmente iscritti al REA) è subordinato al rilascio dell'apposita delega da parte del cliente intestatario dell'immobile. Il titolare dell'immobile può ufficializzare la delega nella propria Area Riservata del sito dell'Agenzia delle Entrate e inviarla al proprio agente immobiliare tramite PEC. Le agenzie immobiliari, in questo modo, riescono a offrire un servizio più completo sollevando il cliente da oneri e burocrazia.

15/06/2023 - C'è tempo fino al 16 giugno per il pagamento dell'IMU 2023 che va versato tramite modello F24 oppure tramite specifico bollettino postale. In caso di ritardo è possibile corrispondere l'importo attraverso il ravvedimento operoso con un unico versamento comprensivo dell'imposta, delle sanzioni e degli interessi di mora. Ai fini del calcolo è importante conoscere la rendita catastale dell'immobile.

Valutazioni dei clienti: 4,9 / 5
Leggi le 1145 opinioni
Voglia di risparmio ?
Scopri le Ricariche prepagate