Nella pagina di ogni servizio, oltre ad una scheda informativa, è presente il tasto "Richiedi" clickando il quale comparirà la scheda di ricerca.

I passi per l'acquisto sono solo 3:
  1. scheda dati di ricerca - compila i campi necessari e poi clicka su "Procedi",
  2. scheda dati di fatturazione - compila i campi necessari per la fatturazione e poi clicka su "Pagamento" per completare l'ordine,
  3. procedi al pagamento in base al metodo scelto.
Sul lato destro di ogni campo c'è il simbolo andando sul quale compariranno delle informazioni di aiuto.

Quando il pagamento sarà andato a buon fine, arriverà nella tua casella di posta una email di riepilogo con i dati della tua richiesta e nei minuti successivi un'altra email con il servizio richiesto in allegato. Per i Clienti che ne hanno fatto richiesta, verrà inviata successivamente regolare fattura.

In alcuni casi è possibile che servano ulteriori dati per evadere il servizio e pertanto arriverà una email con la richiesta di informazioni aggiuntive.

Per alcuni servizi sono previste delle integrazioni in caso di superamento di determinate soglie specificate nelle sezioni "Tempi e modalità" dei servizi stessi.
Il documento relativo al servizio da te acquistato giungerà come allegato all'indirizzo di posta indicato durante la compilazione dei dati di fatturazione; la fattura di acquisto, qualora richiesta, verrà inviata successivamente.

Verifica che la cartella "spam" della tua casella di posta non abbia bloccato l'email contenente il servizio.

Sia il documento che la fattura arriveranno nel formato pdf; se non hai un programma adatto ad aprire questo tipo di file puoi scaricarne uno gratuitamente al link adobe reader
Ogni servizio ha una scheda informativa denominata "Cos'è" nella quale vengono fornite dettagliate informazioni sulla natura, l'utilizzo del servizio e i campi per richiederlo.

E' inoltre possibile comunicare via chat con i nostri operatori: nelle pagine di ogni servizio è presente in alto a destra l'immagine della live chat: verifica se riporta la dicitura verde "ON LINE" per iniziare una conversazione.

Qualora servissero ulteriori chiarimenti è possibile contattare il Customer Service compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti oppure inviare una email all'indirizzo customerservice@prontocatasto.it spiegando dettagliatamente il tuo dubbio: riceverai risposta nel più breve tempo possibile.
Normalmente occorrono 15 minuti per ottenere il servizio richiesto o comunque per ricevere un'ulteriore comunicazione via email da parte di Prontocatasto.

Si fa presente che possono verificarsi ritardi causati da disservizi delle banche dati telematice dell'Agenzia delle Entrate, della Conservatoria, della Camera di Commercio, del P.R.A o ritardi dovuti a disservizi dei gestori delle piattaforme informatiche coinvolte.

Pertanto tale tempistica è da ritenersi puramente indicativa e non impegna a nessun titolo Prontocatasto.
Le richieste possono essere effettuate in qualunque giorno a qualsiasi orario.

Le evasioni dei servizi sono attive dal lunedì al sabato dalle ore 08:00 alle ore 21:00, festività escluse.
Le richieste pervenute al di fuori degli orari di apertura verranno lavorate a partire dalle ore 08:00 del primo giorno lavorativo disponibile.
Nella pagina di ogni servizio c'è una scheda informativa denominata "Costi" nella quale vengono fornite tutte le informazioni inerenti i costi del servizio e gli eventuali costi aggiuntivi.

Nella scheda di richiesta di ogni servizio è presente sulla destra un box "Riepilogo costi" dove è indicato il totale dei prezzi istante per istante. Nella successiva scheda con i dati di fatturazione c'è nuovamente il box "Riepilogo costi" dove è indicato il totale che si andrà a pagare.
Normalmente occorrono 15 minuti per ottenere il servizio richiesto o comunque per ricevere un'ulteriore comunicazione via email da parte di Prontocatasto, pertanto i tempi di evasione sono già i più rapidi possibili.

Si fa comunque presente che possono verificarsi ritardi causati da disservizi delle bance dati telematice coinvolte dell'Agenzia delle Entrate, della Conservatoria, della Camera di Commercio, del P.R.A. o ritardi dovuti a disservizi dei gestori delle piattaforme informatiche coinvolte. Pertanto tale tempistica è da ritenersi puramente indicativa e non impegna a nessun titolo Prontocatasto.

In ogni caso, per esigenze relative alle tempistiche di evasione dei servizi è possibile contattare il Customer Service compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti , oppure inviare una email all'indirizzo customerservice@prontocatasto.it.
Riceverai risposta nel più breve tempo possibile.
Non c'è problema: è sufficiente contattare il Customer Service compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti oppure inviare una email all'indirizzo customerservice@prontocatasto.it.

E' importante specificare alcune informazioni inserite nei dati di fatturazione al momento della richiesta come il codice fiscale per i privati o la partita iva per le società e indicare approssimativamente giorno e orario della richiesta.

Entro breve tempo ti arriverà nuovamante la email contenente in allegato il servizio da te già richiesto.
Ciò può accadere principalmente perchè:
  • hai fornito dei dati errati in fase di compilazione della richiesta
  • presso la banca dati dell'Agenzia del Territorio non viene reperito nessun risultato con i dati che hai fornito
Anche una risposta negativa è una risposta valida poichè contiene l'informazione che, per i dati inseriti, non vi sono risultati.
Ad esempio, un "esito negativo" per una visura catastale nominativa su Mario Rossi nel comune di Viterbo (RM) indica che Mario Rossi non possiede immobili a Viterbo.

Se sei sicuro di aver inserito un dato errato (ad esempio un codice fiscale) è possibile provare a contattare il Customer Service via chat o compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti e spiegando la casistica. Il Customer Service valuterà se ripetere la ricerca senza farti pagare nuovamente il servizio.

Tieni presente che ogni ricerca, indipendentemente dall'esito, ha un costo e pertanto non è possibile effettuare rimborsi.
Ogni servizio ha una scheda informativa denominata "Cos'è" nella quale vengono fornite dettagliate informazioni sulla natura, l'utilizzo del servizio e i campi per richiederlo.

E' inoltre possibile comunicare via chat con i nostri operatori: nelle pagine di ogni servizio è presente in alto a destra l'immagine della live chat: verifica se riporta la dicitura verde "ON LINE" per iniziare una conversazione.
E' possibile anche contattare telefonicamente i nostri operatori, i giorni/orari sono visibili in alto nella pagina.
Qualora servissero ulteriori chiarimenti è possibile contattare il Customer Service compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti oppure inviare una email all'indirizzo customerservice@prontocatasto.it spiegando dettagliatamente il tuo dubbio: riceverai risposta nel più breve tempo possibile.
Per prima cosa, è consigliabile verificare che l'email contenente il servizio non sia finita nella cartella "spam" della tua casella di posta.

In ogni caso, puoi contattare il Customer Service via telefono o chat oppure compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti oppure inviare una email all'indirizzo customerservice@prontocatasto.it specificando approssimativamente giorno e ora dell'acquisto: riceverai risposta nel più breve tempo possibile.
Prontocatasto richiede alcuni tuoi dati personali allo scopo di emettere regolare fattura relativa all'erogazione dei servizi.

Tali dati sono in ogni caso tutelati dalle normative in materia di privacy che Prontocatasto ha sottoscritto; il testo della normativa è visionabile alla pagina Privacy policy.

Per ogni chiarimento puoi contattare il Customer Service compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti oppure puoi inviare una email all'indirizzo customerservice@prontocatasto.it

Puoi richiedere una visura catastale della tua casa.

Ricordati di avere con te al momento della richiesta sezione, foglio, particella e subalterno del tuo appartamento.

Richiedendo una visura catastale potrai conoscere il valore della rendita attuale associata all'immobile di tuo interesse.
Con un elenco immobili puoi conoscere in tempo reale tutte le rendite catastali del tuo fabbricato e proporre (con l'aiuto di un professionista) opposizione al classamento.
La visura catastale è un documento fornito dalla banca dati telematica dell'Agenzia del Territorio che fornisce informazioni censuarie degli immobili, siano essi fabbricati o terreni, presenti sul territorio nazionale. La ricerca si può effettuare su uno o più comuni, su un'intera provincia o su tutto il territorio nazionale, ad esclusione delle provincie di Bolzano e Trento.

I dati presenti in una visura catastale sono suddivisi nelle seguenti sezioni:
  • dati identificati dell'immobile: comune, sezione urbana, foglio, particella e subalterno
  • dati di classamento dell'immobile: categoria catastale, classe, numero di vani e/o superficie in mq, zona censuaria con eventuale microzona, consistenza, rendita o reddito dominicale per i terreni
  • altri dati: indirizzo, anagrafica del proprietario, nudo proprietario, eventuale usufruttuario dell’immobile e annotazioni varie
Le principali informazioni ottenute sono dunque relative ai dati identificativi e reddituali di beni immobili nonché i dati anagrafici dei proprietari.
Sul documento inviato sarà presente la data relativa all'ultimo aggiornamento.
In ogni caso l'Agenzia del Territorio tiene aggiornata la propria banca dati telematica all'ultimo giorno feriale precedente alla richiesta.
Purtroppo è possibile che vi siano inesattezze indipendenti dalla nostra volontà poichè non sempre l'Agenzia del Territorio riesce a tener completamente aggiornata la propria banca dati telematica.
Le unità immobiliari sono divise in diverse categorie in base all'uso che ne facciamo; le lettere per individuare tali categorie sono A,B,C,D,E,F. In ognuna di tali categorie sono presenti delle sottocategorie che individuano caratteristiche particolari di unità immobiliari particolari.
Ad esempio: nella categoria A ci sono le sottocategorie A1 per le abitazioni di pregio, A2 per le abitazioni civili, A3 per abitazioni di tipo economico, A4 per le abitazioni popolari e così via.
E' l'unità di riferimento usato dall'Agenzia delle Entrate per "misurare" gli immobili: in pratica i vani, assimilabili alle "stanze" presenti in un'abitazione, servono a determinare la rendita dell'immobile.
Il calcolo dei vai di un casa viene effettuato da tecnici tramite valutazioni sulla grandezza delle stanze, la presenza di corridoi, ripostigli, balconate etc.
Sono le "coordinate" catastali attraverso le quali ottenere tutti i documenti catastali.
In particolare tutte le città sono divise in varie zone e sottozone utili a determinare il valore catastale dell'immobile, ovvero il valore su cui sono tassati gli immobili.
No, il valore commerciale di una casa non coincide con il valore catastale anche se quest'ultimo viene continuamente aggiornato dall'Agenzia delle Entrate per renderlo più vicino al valore reale.
I valori commerciali sono dinamicamente meglio aggiornati di quelli catastali dato che sono determinati continuamente dal mercato.
No, l'intestazione presente nella visura può essere non aggiornata, e quindi la visura catastale non è utile per accertare la proprietà di una casa.
Per avere il nome del proprietario occorre effettuare un'ispezione in Conservatoria del Registro Immobiliare.
Qualora la ricerca relativa ad una visura catastale restituisse come risultato un numero di beni immobili superiore a 10, verrà richiesta una integrazione del costo di € 1,50 oltre IVA per ogni gruppo di 10 immobili o frazione di 10.

Questa eventualità ti verrà notificata tramite una email nella quale verrà specificato il numero di immobili trovati ed il prezzo dell'integrazione da corrispondere.
Nella email sarà inoltre presente un link che ti indirizzerà ad una pagina di Prontocatasto attraverso la quale potrai procedere al pagamento dell'integrazione tramite PayPal.

Al termine del pagamanto riceverai la email con il servizio allegato e la fattura con il totale del costo del servizio e dell'integrazione corrisposta.
Le ricerche per persona fisica e persona giuridica della visura catastale possono essere effettuate sia in modalità semplice e sia in modalità storica.

Con la richiesta semplice si ottiene una visura contenente la situazione catastale attuale dell'immobile.
Con la richiesta storica si ottiene una visura contenente tutte le variazioni nel corso del tempo storicamente registrate per quell'immobile sino ad oggi.

Non c'è alcuna differenza di prezzo tra le due modalità di ricerca.
Si, alla pagina visura catastale sul lato destro è presente la seguente immagine:
Cliccandoci sopra potrai visionare un esempio di visura catastale.
L'estratto di mappa (o mappa catastale) è un documento fornito dalla banca dati telematica dell'Agenzia del Territorio.
Si presenta come un disegno, generalmente in scala 1:2000, del territorio che evidenzia le forme dei fabbricati e dei terreni in un raggio di 1000 metri grazie al quale è possibile individuare i confini delle particelle degli immobili, le sagoma degli edifici, gli accessi alle singole unità immobiliari, le parti comuni e le suddivisioni delle aree scoperte.

Nell'estratto di mappa sono visualizzabili sia i beni comuni censibili come garage e cantine condominiali, alloggio dei portieri, e sia i beni comuni non censibili come box, giardini e terrazzi, cortili e ingressi.
Quando un privato o una società deve effettuare dei lavori, occorre presentare al Comune di competenza una richiesta per autorizzare l'intervento edilizio, il comune cioè deve fornire un parere su quanto si voglia realizzare, autorizzando o meno l'intervento.
Pertanto occorre "collocare" geograficamente l'immobile che stiamo esaminando, attraverso un mappa catastale che fornisce in modo corretto la locazione geografica del fabbricato a cui appartiene la casa oggetto dei lavori.
Per determinare i perimetri segnati sull'estratto di mappa, tecnici abilitati hanno prodotto nel tempo le giuste planimetrie, avvalendosi di sistemi di misura sempre più evoluti.
La mappa catastale può riguardare un territorio di riferimento anche molto esteso (si pensi ad una città ad esempio). L'estratto di mappa invece è uno "zoom" su un territorio molto più circoscritto; questo per offrire un livello di dettaglio maggiore rispetto alla mappa generale.
Nell'estratto di mappa troviamo delle zone diversamente colorate. Quelle con colore grigio scuro individuano immobili, mentre i terreni sono indicati tramite colori grigio chiaro. L'eventuale simbolo ˜ indica che l'unità immobiliare risulta "graffata" ovvero unita alla zona di pertinenza con lo stesso numero identificativo di particella o mappale.
Si, alla pagina mappa catastale sul lato destro è presente la seguente immagine:
Cliccandoci sopra potrai visionare un esempio di mappa catastale.
L'Elenco immobili è un documento fornito dalla banca dati telematica dell'Agenzia del Territorio che fornisce l'elenco di tutte le unità immobiliari presenti in un fabbricato e le relative informazioni catastali quali: numero di vani, superfici in mq, categorie, classe, rendite catastali, fogli, particelle, subalterni e indirizzi, ma non i dati dei proprietari o intestatari.
Il servizio restituisce solo valori numerici e non dati di proprietà o dati sensibili dei proprietari. Ad ogni modo le visure sono pubbliche e i dati ottenibili senza limitazioni legali.
No, l'elenco immobili non fornisce le superfici delle case di un fabbricato.
No, il servizio non consente di ottenere questo dato; per lo stesso occorre un'ispezione ipotecaria presso la Conservatoria del Registro Immobiliare.
Si, alla pagina elenco immobili sul lato destro è presente la seguente immagine:
Cliccandoci sopra potrai visionare un esempio di elenco immobili.
Qualora la ricerca relativa ad una elenco immobili restituisse come risultato un numero di beni superiore a 10, verrà richiesta una integrazione del costo di € 1,50 oltre IVA per ogni gruppo di 10 immobili o frazione di 10.

Questa eventualità ti verrà notificata tramite una email nella quale verrà specificato il numero di immobili trovati ed il prezzo dell'integrazione da corrispondere.
Nella email sarà inoltre presente un link che ti indirizzerà ad una pagina di Prontocatasto attraverso la quale potrai procedere al pagamento dell'integrazione tramite PayPal.

L'elaborato planimetrico è un documento fornito dalla banca dati telematica dell'Agenzia del Territorio.
Si presenta come un disegno, generalmente in scala 1:500, che evidenzia i confini di un intero fabbricato o condominio e individua gli ingressi di tutte le unità immobiliari presenti. E' possibile inoltre visualizzare le geometrie sia dei beni comuni censibili come garage e cantine condominiali, alloggio dei portieri, e sia dei beni comuni non censibili come box, giardini e terrazzi, cortili e ingressi.

Il deposito dell'elaborato planimetrico presso l'Agenzia del Territorio è stato reso obbligatorio dal 1990 e pertanto documenti antecedenti a quella data potrebbero non essere reperibili.
L'elaborato planimetrico permette di avere una rappresentazione dei piani di un determinato edificio, individuando gli ingressi, le uscite e le zone comuni.
No, può essere richiesto da chiunque previa fornitura di dati quali comune, provincia, foglio, particella o mappale.
Prontocatasto non può fornire tali documenti poichè L'Agenzia delle Territorio non ha possibilità di fornire dati relativi a queste zone.
Si, è possibile poichè per alcuni immobili antecedenti il 1990 potrebbe essere mancante, nella banca dati telematica dell'Agenzia del Territorio, la digitalizzazione del documento.
In base alla Circolare n. 9 del 26.11.2001 dell'Agenzia del Territorio l'elaborato planimetrico è obbligo di legge nei seguenti casi:
  • denuncia di nuova costruzione con 2 o più unità immobiliari con porzioni e/o dipendenze comuni
  • denunce di unità in corso di costruzione indipendentemente dalle unità immobiliari presenti
  • denunce di variazione quando l’elaborato sia esistente nell’archivio catastale ovvero per beni comuni censibili e non censibili
Si, alla pagina elaborato planimetrico sul lato destro è presente la seguente immagine:
Cliccandoci sopra potrai visionare un esempio di elaborato planimetrico.
La planimetria catastale (o piantina catastale) è un documento fornito dalla banca dati telematica dell'Agenzia del Territorio.
Si presenta come un disegno, generalmente in scala 1:200, che rappresenta graficamente come sono distribuiti gli spazi internamente ad un immobile e pertanto saranno individuabili le camere, il soggiorno, i bagni, la cucina, i ripostigli ecc., inoltre sono visualizzate anche le relative pertinenze quali cantine e cantinole, giardino, ecc.
La legge che tutela la Privacy impone che la richiesta possa essere fatta soltanto a nome della/le persona/e che gode di diritti reali sull'immobile di interesse. Pertanto per effettuare la richiesta presso gli archivi dell'Agenzia delle Entrate è necessario che chi effettui l'operazione sia un'avente diritto o sia un suo delegato (Tecnico Incaricato, Amministratore Condominiale, Legale Rappresentante, ecc..).

Per far ciò Prontocatasto richiede che sia compilata e firmata una delega spedita via email dopo l'acquisto del servizio; solo alla ricezione di tale delega, unitamente ad un documento di identità valido del richiedente, verrà preso in carico il servizio.

Nella stessa email sarà spiegata in dettaglio la corretta procedura da seguire per la compilazione della delega.
Nella planimetria catastale sono presenti i dati catastali, le altezze interne dei vani, le destinazioni dei locali come ripostigli, cucina e bagni, l'orientamento dell'immobile rispetto al nord, i riferimenti del tecnico che ha effettuato la richiesta e l'indicazione del piano dell'unità abitativa.

Nella planimetria catastale non sono presenti i metri quadri dell'immobile che invece sono solitamente presenti nella relativa visura catastale.
Generalmente si.
Ma potrebbero capitare che la planimetria differisca dalla pianta reale dell'immobile nel caso in cui il proprietario non avesse effettuato correzioni alla banca dati ufficiale a seguito, ad esempio, di lavori di ristrutturazione e/o manutenzione straordinaria.
Nel caso in cui non hai i dati catastali (foglio, particella, subalterno) per richiedere la planimetria catastale puoi ottenere tali dati richiedendo una visura catastale per nominativo se conosci i dati del proprietario o in alternativa una visura catastale per indirizzo se conosci l'indirizzo dell'immobile.

Dalla visura catastale ottenuta puoi facilmente individuare i dati catastali utili per richiedere poi la planimetria.
Il catasto ha iniziato il processo di meccanizzazione a partire dal 1990 e pertanto potrebbe capitare che le planimetrie di alcuni immobili non risultino nella banca dati informatica dell'Agenzia delle Entrate.

Esiste anche un archivio parallelo cartaceo (non richiedibile online) dell'Agenzia delle Entrate: in mancanza di planimetria informatica occorrerà che il proprietario o l'avente diritto si rivolga direttamente agli uffici competenti per presentare istanza di planimetria mancante firmato da un tecnico abilitato.
La planimetria catastale è un documento relativo ad uno specifico immobile.

L'estratto di mappa catastale è invece relativo ad una porzione di mappa catastale ovvero zona catastale essendo il disegno in scala del territorio che evidenzia le forme dei fabbricati e dei terreni in un raggio di 1000 metri.
La planimetria catastale è un documento relativo ad uno specifico immobile.

L'elaborato planimetrico è invece un disegno in scala che evidenzia i confini di un intero fabbricato ed evidenzia gli ingressi di tutte le unità immobiliari presenti in esso.
Il catasto ha iniziato il processo di meccanizzazione a partire dal 1990. Le planimetrie, che prima erano solo in formato cartaceo, hanno iniziato ad essere portate su supporto informatico, ovvero si dice che sono state "rasterizzate".

Mediante questo processo, le planimetrie rasterizzate possono essere richieste online. Di conseguenza le planimetrie non ancora informatizzate, ovvero rasterizzate, non possono essere richieste online ed una eventuale richiesta darà un esito negativo.

Non è possibile sapere a priori se una planimetria sia rasterizzata o meno: si avrà tale informazione solo dopo aver effettuato la ricerca negli archivi informatici del Catasto.
Prontocatasto non può fornire tali documenti poichè L'Agenzia delle Territorio non ha possibilità di fornire dati relativi a queste zone.
Si, alla pagina planimetria catastale sul lato destro è presente la seguente immagine:
Cliccandoci sopra potrai visionare un esempio di elaborato planimetrico.
Prontocatasto utilizza le piattaforme di BancaSella e PayPal per i suoi pagamenti.

BancaSella rende disponibili le seguenti modalità di pagamento:
  • Visa
  • MasterCard/Maestro
  • MyBank
  • Hype
Ciò significa che Prontocatasto non è in possesso dei tuoi dati di pagamento poichè vengono completamente gestiti da BancaSella.

PayPal rende disponibili le seguenti modalità di pagamento:
  • Visa
  • Visa Electron
  • MasterCard
  • American Express
  • Carta prepagata PayPal
  • Carta Aura
  • Postepay
  • Conto PayPal
Ciò significa che Prontocatasto non è in possesso dei tuoi dati di pagamento poichè vengono completamente gestiti da PayPal.

La gestione dei pagamenti tramite carta di credito è totalmente affidata alle piattaforme di BancaSella e PayPal e dunque Prontocatasto non è a conoscenza dei dati della tua carta o del tuo conto PayPal.
Se hai scelto Carta di Credito come metodo di pagamento, completata la scheda con i dati di fatturazione, verrai indirizzato sul sito di BancaSella sul quale potrai scegliere il metodo di pagamento per te più comodo tra:
  • Visa
  • MasterCard/Maestro
  • MyBank
  • Hype
per il quale BancaSella ti chiederà di inserire i dati relativi alla Carta selezionata.

Quando la procedura di pagamento sarà completata tornerai sul sito prontocatasto.it che confermerà l'acquisto del servizio inviandoti una email.

Se hai scelto PayPal/Carta come metodo di pagamento, completata la scheda con i dati di fatturazione, verrai indirizzato sul sito di PayPal sul quale potrai scegliere il metodo di pagamento per te più comodo tra:
  • Visa
  • Visa Electron
  • MasterCard
  • American Express
  • Carta prepagata PayPal
  • Carta Aura
  • Postepay
per il quale PayPal ti chiederà di inserire i dati relativi alla Carta selezionata.

Quando la procedura di pagamento sarà completata tornerai sul sito prontocatasto.it che confermerà l'acquisto del servizio inviandoti una email.

La gestione dei pagamenti è totalmente affidata alle piattaforme di BancaSella e PayPal e dunque Prontocatasto non è a conoscenza dei dati della tua carta o del tuo conto PayPal.
Completata la scheda con i dati di fatturazione, se hai scelto PayPal/Carta come metodo di pagamento, verrai indirizzato sul sito di PayPal sul quale potrai scegliere di pagare col tuo conto PayPal: dovrai semplicemente inserire le credenziali di accesso e seguire la procedura guidata.

Quando la procedura di pagamento sarà completata tornerai sul sito prontocatasto.it che confermerà l'acquisto del servizio inviandoti una email.

La gestione dei pagamenti è totalmente affidata alle piattaforme di BancaSella e PayPal e dunque Prontocatasto non è a conoscenza dei dati della tua carta o del tuo conto PayPal.
Al momento non è disponibile il pagamento a mezzo bonifico bancario.

Qualora avessi difficoltà con i metodi di pagamento previsti sul sito ti preghiamo di contattare il Customer Service via chat oppure compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti oppure inviare una email all'indirizzo customerservice@prontocatasto.it
Prontocatasto utilizza le piattaforme di BancaSella e PayPal, i cui server sono dotati dei sistemi di sicurezza in assoluto più avanzati per la crittografia delle informazioni inviate.
No, potrai acquistare anche un solo servizio, liberamente e senza alcun vincolo.
Prontocatasto invia la fattura unitamente o successivamente all'invio del servizio fornito.

Qualora avessi necessità di una fattura non ancora ricevuta è possibile farne richiesta contattando il Customer Service compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti oppure inviando una email all'indirizzo customerservice@prontocatasto.it specificando l'identificativo del servizio da te richiesto.

Chiediamo di porre la massima attenzione nella fase di compilazione dei tuoi dati fiscali. Non ci riterremo responsabili di eventuali imprecisioni.
Nella pagina di ogni servizio c'è una scheda informativa denominata "Costi" nella quale vengono fornite tutte le informazioni inerenti i costi del servizio e gli eventuali costi aggiuntivi.

Nella scheda di richiesta di ogni servizio è presente sulla destra un box "Riepilogo costi" dove è indicato il totale dei prezzi istante per istante. Nella successiva scheda con i dati di fatturazione c'è nuovamente il box "Riepilogo costi" dove è indicato il totale che si andrà a pagare.
Per prima cosa, è consigliabile verificare che l'email contenente la fattura d'acquisto non sia finita nella cartella "spam" della tua casella di posta.

In ogni caso, puoi contattare il Customer Service via chat oppure compilando l'apposita scheda alla pagina Contatti oppure inviare una email all'indirizzo customerservice@prontocatasto.it specificando approssimativamente giorno e ora dell'acquisto: riceverai risposta nel più breve tempo possibile.